* Sabato 6 aprile

si è svolto il pellegrinaggio dell’associazione Madri cristiane sulle orme di don Orione a Tortona. Nel pomeriggio incontro delle famiglie dei bambini del 1° anno di catechesi in Santuario.

* Domenica 7 aprile

V domenica di Quaresima, è stata una giornata ricca di eventi significativi per la nostra parrocchia. La parola che abbiamo trovato oggi è stata: MISERICORDIA: il Signore è sempre pronto a perdonarci anche quando noi non lo meriteremmo, anche quando il nostro peccato è grande; gli abbiamo chiesto di insegnarci ad invocare la sua misericordia e a saper chiedere scusa dei nostri errori, ad essere persone che portano misericordia, perdono e comprensione verso tutti coloro che si sono comportati male verso di noi. In oratorio ha avuto luogo il ritiro delle famiglie del settimo anno di catechesi in preparazione alla celebrazione del sacramento della Confermazione. Oggi è stata anche la giornata a sostegno dei progetti missionari quaresimali: sono state raccolte le scatoline legate al percorso di preghiera in famiglia, e le elemosine delle S. Messe sono state finalizzate a sostegno degli stessi progetti. La S. Messa vespertina, con la presenza di un numeroso gruppo di coppie di fidanzati, ha concluso il corso in preparazione al matrimonio cristiano 2019. Uno speciale ringraziamento alle coppie animatrici che con don Manuel hanno organizzato e seguito il cammino in preparazione alla celebrazione di questo sacramento. In serata presso il nostro santuario il Vescovo Francesco ha aperto il processo di beatificazione di Giulia Gabrieli, giovane ragazza nata nel 1997 originaria della parrocchia di San Tomaso in Città, a cui nel 2009 venne diagnosticato un sarcoma, e che nonostante tutto, continuò ad andare a scuola, superando gli esami di terza media. Durante il periodo di sofferenza, vissuto con fede esemplare, Giulia scrisse inoltre una serie di parole legate alla sua vita ed alla malattia che l’ha portata alla morte nel 2011, a soli 14 anni, e che in seguito vennero raccolte in un libro intitolato “Un gancio in mezzo al cielo”. Numerosi i pellegrini che in questa serata, nonostante il tempo inclemente, hanno raggiunto a piedi, in pullman e con mezzi propri il nostro santuario, a cui la Serva di Dio Giulia Gabrieli è stata molto legata. Un grande evento di “Grazia” celebrato nel nostro santuario, confermandolo così come uno dei più frequentati centri di spiritualità mariana della diocesi.

* Venerdì 12 aprile

alle 21 in chiesa parrocchiale ha avuto luogo il momento di adorazione eucaristica a conclusione dei laboratori della fede, che si sono svolti anche quest’anno nel tempo quaresimale presso alcune famiglie della nostra parrocchia. Un sentito ringraziamento ai conduttori delle varie serate che, coordinati da don Flavio, hanno portato avanti questa ben preparata proposta di catechesi e di evangelizzazione.

* Sabato 13 aprile

dal tardo pomeriggio vendita di vino, marmellate e formagelle, il cui ricavato è andato a favore del restauro della facciata della chiesa parrocchiale.

* Domenica 14 aprile

Domenica delle Palme e della Passione del Signore e apertura della Settimana Santa. Facendo memoria del Signore Gesù osannato oggi dalle folle, abbiamo trovato la parola FEDELTA’ e lo abbiamo ringraziato per la sua vita donata sulla croce, il gesto più grande compiuto per noi: come lui siamo stati invitati ad offrire la nostra vita ogni volta che qualcuno ci chiede aiuto. A tutte le S. Messe è stato proclamato il Vangelo della Passione secondo l’evangelista Luca. A causa del maltempo la Commemorazione dell’ingresso di Gesù in Gerusalemme è iniziata alle 9.45 alla porta principale della chiesa parrocchiale (e non presso l’oratorio) ed è stata seguita poi dalla liturgia della Parola e dalla liturgia eucaristica. Al termine della S. Messa i ragazzi hanno portato l’ulivo benedetto ai malati. Dopo la celebrazione, in centro parrocchiale sono stati estratti i biglietti della sottoscrizione a premi il cui ricavato è stato destinato al restauro della facciata della nostra chiesa parrocchiale, e anche oggi, per tutta la giornata, abbiamo avuto modo di acquistare vino, marmellate e formagelle, sempre con guadagno destinato alla medesima motivazione. Un grande e doveroso “grazie” a tutti coloro che hanno promosso, organizzato e seguito queste due iniziative e alle tante persone che hanno acquistato i biglietti della lotteria e i prodotti enogastronomici. Dalle 18 in oratorio chiusura del catechismo degli adolescenti: dopo la preghiera in laboratorio liturgico sul brano di Vangelo dell’ingresso di Gesù in Gerusalemme, spazio a un momento di verifica vissuto attraverso la partecipazione interattiva a tre attività proposte in altrettanti ambienti dell’oratorio. La pizzata insieme ha concluso la serata.

* Lunedì 15 aprile

alle 21 presso la Sala Eden proiezione gratuita del film “Papa Francesco, un uomo di parola” realizzato dal pluripremiato regista tedesco Wim Wenders: un’ulteriore occasione di riflessione durante la Settimana Santa attraverso la visione di un’opera artistica.

* Martedì 16 aprile

per tutto il pomeriggio e fino a tarda serata vi è stata la possibilità di celebrare il sacramento della Riconciliazione, con momenti di preparazione comunitaria per ragazzi, adolescenti, giovani e adulti presso la chiesa parrocchiale e presso l’oratorio.

* Giovedì 18 aprile

Giovedì Santo.  Il gesto compiuto da Gesù, di cui oggi abbiamo fatto memoria, non ha sicuramente bisogno di troppe spiegazioni: si alza da tavola, depone le vesti, si cinge di un asciugatoio, versa dell’acqua nel catino e lava i piedi ai suoi discepoli. È un esempio di come amare sia proprio servire. Con questa concretezza si dà volto all’amore. Alle 7,30 la celebrazione comunitaria dell’ufficio delle letture e delle lodi mattutine. Tutti i sacerdoti poi si sono recati nella nostra cattedrale dedicata a Sant’Alessandro, per concelebrare la S. Messa Crismale presieduta dal vescovo Francesco, celebrazione nella quale hanno rinnovato comunitariamente le promesse fatte nel giorno della loro ordinazione sacerdotale e sono stati benedetti l’olio dei catecumeni, il sacro crisma e l’olio degli infermi, che verranno utilizzati per l’amministrazione dei Sacramenti durante l’anno. Nel pomeriggio, S. Messa con il rito della lavanda dei piedi ad alcuni bambini del terzo anno di catechesi. Alla sera la S. Messa “Nella Cena del Signore”, con la rinnovazione dei voti delle suore Sacramentine in servizio presso il nostro santuario, il rito della lavanda dei piedi ad alcuni giovani della nostra parrocchia e la reposizione dell’Eucaristia nel luogo predisposto presso il nostro auditorium. Al termine adorazione eucaristica fino a mezzanotte: in particolare, dalle 23 momento di adorazione guidata da alcuni adolescenti e giovani.

* Venerdì 19 aprile

Venerdì Santo e Giornata a sostegno dei cristiani di Terra santa e dei luoghi Santi. Siamo sotto la croce di Gesù, nel momento più buio e doloroso della sua vita. Assistiamo proprio all’attimo della sua morte. Siamo in pochi, con noi ci sono Maria, il discepolo amato e alcune donne. Le ginocchia si piegano e lo sguardo si abbassa: è tutto finito? Quale speranza ci rimane? Il suo Spirito di vita viene consegnato per noi, a noi. In mattinata, dopo la recita dell’ufficio di lettura e delle lodi presso il luogo della reposizione, è continuata l’adorazione eucaristica fino a mezzogiorno con momenti personali e comunitari sia per gli adulti che per i ragazzi. Alle 16.30 abbiamo celebrato l’Azione Liturgica “Nella Passione del Signore”, con la liturgia della Parola, l’adorazione della Croce e la santa Comunione. In serata abbiamo pregato e testimoniato la nostra fede per le vie del paese portando il simulacro di Maria Addolorata che ha tra le sue braccia il Figlio Gesù morto: la celebrazione si è conclusa con la benedizione con la reliquia della Santa Croce e il bacio del Crocifisso.

* Sabato 20 aprile

Sabato Santo. In questa giornata di silenzio e attesa abbiamo avuto davanti a noi, per l’adorazione e il bacio, il grande e antico crocifisso calato dall’abside della nostra chiesa parrocchiale che ci ha accompagnato per tutta la Quaresima. Alle 7.30 ufficio delle letture e lodi mattutine. In tarda mattinata un momento di adorazione della Croce, in cui abbiamo avuto la possibilità di depositare presso la cappella di San Giovanni Battista le uova pasquali. In serata solenne Veglia “Nella Risurrezione del Signore” con l’accensione della Luce del cero pasquale, l’ascolto della Parola di Dio, la benedizione dell’acqua battesimale, con cui siamo stati aspersi noi e le nostre uova, e la celebrazione della liturgia eucaristica. È Pasqua! La gioia di Pasqua ci invade! I nostri occhi vedono che il Signore ha vinto la morte! Testimoniamo con la nostra vita ciò che abbiamo celebrato: la gioia della Pasqua.

* Domenica 21 aprile

Pasqua di Resurrezione. Finalmente è Pasqua! Dopo un lungo cammino percorso con Gesù cercando di condividere la sua fatica e la sua sofferenza, ora la gioia esplode. Siamo contenti perché siamo davanti a un sepolcro vuoto. A duemila anni di distanza da questo storico evento, il nostro cuore è pieno di gioia. La gioia è la testimonianza più contagiosa ed efficace che possiamo donare agli altri. Testimoniamo sempre la gioia dell’esperienza della Resurrezione: è per noi, per le nostre famiglie e per la società intera, il dono più vero che noi cristiani possiamo fare. Il cero pasquale acceso solennemente nella veglia ha preso il posto del grande e prezioso crocifisso quaresimale. Tutte le S. Messe di oggi sono iniziate, come consuetudine nel giorno di Pasqua, con il rito dell’aspersione con l’acqua benedetta nella notte santa, la stessa acqua che abbiamo potuto portare a casa per benedire la mensa insieme all’uovo benedetto, segno di vita nuova. Intense e ben partecipate tutte le celebrazioni proposte alla comunità cristiana in questa Settimana santa 2019. Un ringraziamento a tutti coloro che a vario titolo hanno contribuito a far sì che il programma si svolgesse in modo ordinato e spiritualmente proficuo.

* Giovedì 25 aprile

abbiamo vissuto il ricordo del 74esimo anniversario della Liberazione dal nazi-fascismo. Alle 10.30, alla presenza delle autorità civili e militari e delle associazioni combattentistiche e di volontariato, celebrazione della S. Messa in suffragio dei caduti di tutte le guerre e le vittime della violenza.

* Venerdì 26 aprile

nel pomeriggio hanno avuto luogo le confessioni e le prove per la celebrazione della S. Messa di Prima Comunione del primo gruppo di ragazzi.

* Sabato 27 aprile

per tutto il giorno possibilità di confessioni per i genitori e parenti dei comunicandi.

* Domenica 28 aprile

Ottava di Pasqua e Domenica della Divina Misericordia. Nella S. Messa delle 9.45 hanno ringraziato il Signore i bambini del secondo anno di catechesi che nella terza domenica di Quaresima hanno celebrato la loro Prima Confessione. Alle 10.30 ritrovo presso l’oratorio Sacro Cuore e corteo verso la chiesa parrocchiale dove alle 11 abbiamo celebrato la S. Messa di Prima Comunione per il primo gruppo di 66 ragazzi del terzo anno di catechesi. Nel pomeriggio in chiesa parrocchiale si sono radunate le famiglie dei bambini battezzati nel 2018 per ricevere l’ampolla con l’acqua benedetta nella Veglia pasquale in ricordo del Battesimo. Il momento di preghiera è stato preparato e animato dall’equipe che coordinata da don Mauro accompagna i primi passi delle coppie che hanno chiesto il sacramento del Battesimo per il loro figlio/a. In serata presentazione agli animatori del CRE 2019 “BellaStoria!” nell’auditorium del Seminario.

* Lunedì 29 aprile

con tutta la Chiesa abbiamo festeggiato Santa Caterina da Siena, vergine e dottore della Chiesa, Patrona d’Italia e d’Europa.

© 2019 Parrocchia S.Giovanni Battista - P.IVA 01388190165