Lunedì 11 marzo 2019 si è svolto un nuovo incontro del Consiglio Pastorale Parrocchiale.

Al termine della preghiera iniziale, prima di passare all’ordine del giorno, viene informato il Consiglio dell’avvenuta costituzione delle Comunità Ecclesiali Territoriali, che hanno sostituito i Vicariati. La nostra parrocchia fa parte della CET 13 Stezzano-Verdello e il primo atto concreto è stata la costituzione del Consiglio Pastorale Territoriale. I membri di questo organismo, insieme a quelli delle altre 12 CET, hanno partecipato sabato 9 marzo alla Prima Assemblea Diocesana con il vescovo Francesco. Le CET hanno come missione quella di essere “il volto dei cristiani nel territorio della vita di tutti i giorni”. Il Vescovo nel suo intervento ha ribadito che le CET non sono un progetto, ma un processo che anima il territorio.

La riunione prosegue quindi con il primo punto all’ordine del giorno, l’illustrazione ai consiglieri del Bilancio 2018, che verrà pubblicato sul Sito parrocchiale e su Stezzano nostra. Il Consiglio viene quindi informato che, a seguito delle verifiche effettuate, anche le facciate esterne della chiesa parrocchiale necessitano di lavori.

Il Consiglio deve esprimersi sulla possibilità di attivare ulteriori interventi, immediati o differiti.

Al termine del dibattito, richieste alcune informazioni in merito all’aspetto economico e su alcuni problemi tecnici dell’edificio, il Consiglio approva e incoraggia l’esecuzione in tempi brevi delle opere, considerato anche il vantaggio di avere l’impalcatura già installata per l’intervento sulla facciata principale e la necessità di risolvere, prima che si aggravino, alcune criticità.

Viene poi data un’informativa sull’avanzamento dei lavori in atto.

Si passa poi al secondo punto all’odg, con l’illustrazione della proposta, emersa dal gruppo di lavoro incaricato nella scorsa riunione del Consiglio, di avviare un osservatorio sulla pastorale famigliare.  In particolare, viene proposto di invitare chi si occupa di pastorale famigliare ad un Consiglio Pastorale “allargato”, in cui condividere alcune riflessioni sulla base di domande inviate ai vari gruppi insieme all’invito; un rappresentante per ogni realtà dovrebbe riportare quanto condiviso all’interno del proprio gruppo.

Viene proposto che l’incontro si svolga nel prossimo Consiglio del mese di maggio, prima della verifica finale di questo anno pastorale. Nella discussione che ne segue emergono alcune alternative, tra cui la sola restituzione scritta delle risposte alle domande o un incontro dei rappresentanti delle diverse realtà con soltanto alcuni membri del Consiglio.

Al termine della discussione, considerato che l’osservatorio non è una nuova struttura della parrocchia, ma solo un suo strumento di verifica e monitoraggio sulla pastorale famigliare e sullo stile adottato, viene approvato l’invio dell’invito e delle domande alle realtà operanti nell’ambito famigliare; queste verranno poi incontrate nel Consiglio “allargato” del 6 maggio.

Quanto emerso dovrà poi essere studiato e l’osservatorio dovrà realizzare annualmente tale monitoraggio.

Si passa infine alle varie ed eventuali: la verifica sull’incontro di presentazione del documento su lavoro, festa e cittadinanza (distribuito in tutte le case) e sul nuovo sito della parrocchia (interessante, ma poco partecipato), fa emergere quanto sia opportuno che questi temi vengano ripresi e approfonditi prossimamente, verificando anche le modalità di comunicazione da adottare per favorire la partecipazione.

Infine, don Davide aggiorna i presenti sui preparativi per la festa di don Glauco, ormai entrati nella fase operativa.

Viene descritta in particolare la realizzazione delle decorazioni personalizzate, il recital pensato appositamente per l’ordinazione ed una pubblicazione per l’evento speciale.

© 2019 Parrocchia S.Giovanni Battista - P.IVA 01388190165