In questa pagina desideriamo raccogliere alcune possibilità a favore delle famiglie in condizioni di difficoltà. L’aiuto riguarda il sostegno materiale e l’ascolto personale.

Alcune iniziative hanno un movimento che parte dalla Diocesi di Bergamo (“abitare la cura” e “un cuore che ascolta”).

Altre dalla nostra realtà locale, grazie alla collaborazione tra amministrazione comunale (attraverso i servizi sociali), la parrocchia S. Giovanni Battista, la conferenza S. Vincenzo di Stezzano, il Centro di Primo Ascolto e coinvolgimento interparrocchiale StAzZa, i gruppi di volontariato e le associazioni del territorio.

Fondo parrocchiale per la solidarietà alle famiglie in difficoltà

Diversi parrocchiani hanno espresso il desiderio di aiutare le famiglie con un’offerta, alimentando il fondo parrocchiale per la solidarietà delle famiglie in difficoltà. La Parrocchia si fa tramite di questo aiuto, attraverso le strutture della S. Vincenzo e del Centro di Primo Ascolto.

Le donazioni si possono effettuare:
In busta chiusa
Da recapitare in chiesa nelle cassette delle offerte (scrivere sulla busta “fondo solidarietà famiglie)

Mediante bonifico
Parrocchia San Giovanni Battista (Piazza Locatelli, 1 – Stezzano)
Causale: “fondo solidarietà famiglie”
UBI Banca
Iban IT 48 Y 03111 53570 000 000 000 016
Con il bonifico è possibile la detraibilità della donazione

Per il sostegno materiale

Abitare la cura
Una sottoscrizione aperta a tutti i cittadini per sollevare le strutture sanitarie e le famiglie in alcune delle fasi più delicate della cura dei malati.

Le donazioni si possono effettuare:
Online attraverso la raccolta fondi “Abitare la cura” sulla piattaforma de L’Eco di Bergamo www.kendoo.it (Kendoo non tratterrà alcuna percentuale da questa raccolta fondi)

Mediante bonifico
Associazione Diakonia onlus
Causale: Erogazione liberale – Emergenza coronavirus
UBI Banca
Iban IT53I0311111104000000002721
Swift/Bic di Ubi Banca per chi risiede all’estero: BLOPIT22XXX
Con il bonifico è possibile la detraibilità della donazione

Supporto dal Comune di Stezzano per le persone anziane o in condizioni di fragilità
I cittadini con più di 65 anni, o obbligati a stare in casa, o in condizioni di fragilità sociale o sanitaria che non hanno familiari, amici o conoscenti possono contattare il Servizio Sociale del Comune al numero 035 4545368,
dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle 13:00, per attivare i seguenti servizi a domicilio:

  • consegna FARMACI in collaborazione con l’Associazione Croce Oro di Stezzano;

  • consegna SPESA (generi di prima necessità) in collaborazione con l’Associazione Alpini di Stezzano;

  • servizio di Assistenza Domiciliare

  • Servizio PASTI.

Per l’ascolto e l’accompagnamento

Sportello telefonico di sostegno psicologico
Il Comune di Stezzano e la RSA “Villa della Pace” hanno organizzato ad un modo per stare vicino alle persone che vivono questo periodo con disagio, malessere o ansia. E’ stato istituito uno sportello telefonico di sostegno psicologico; la conduzione è in carico alla dott.ssa Valentina Taramelli, che effettuerà colloqui di ascolto/sostegno telefonico per cittadini in difficoltà.
Il riferimento è il numero 0354545360, dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 12:00.

Un cuore che ascolta
In questi giorni difficili la Diocesi di Bergamo, con il sostegno operativo della Fondazione Angelo Custode, intende offrire un servizio telefonico di ascolto e sostegno psicologico o spirituale attraverso “il cuore che ascolta” di uomini e donne, con cammini di vita e competenze diverse che, con semplicità, vengono messi a disposizione (psicologi e psicoterapeuti dei consultori familiari diocesani ovvero sacerdoti, consacrati o laici credenti).
Il riferimento sono i numeri 3791839048 e 3791839033 (dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 17.00) o la e-mail uncuorecheascolta2020@gmail.com.

© 2019-2020 Parrocchia S.Giovanni Battista - P.IVA 01388190165