Lunedì 3 giugno 2019 si è svolto l’ultimo incontro dell’anno pastorale 2018/2019 del Consiglio Pastorale Parrocchiale.
Al termine della preghiera don Mauro ha aperto la serata ringraziando i membri del Consiglio che si sono spesi per la festa di don Glauco e per la successiva festa dell’oratorio, entrambe ben riuscite; ha, inoltre, comunicato che nella nostra parrocchia arriverà per il prossimo anno un nuovo sacerdote, don Giandomenico, mentre don Renato diventerà parroco. Il lavoro della serata si è poi incentrato quasi esclusivamente sul confronto in merito a osservazioni e proposte sul programma pastorale e il calendario del prossimo anno: dall’ultima seduta di Consiglio ad oggi i sacerdoti hanno già lavorato su questo argomento con il gruppo liturgico, con le persone impegnate nella pastorale famigliare e con i sacerdoti delle parrocchie Stazza. Dopo questa breve introduzione è stata lasciata la parola ai consiglieri. Il giudizio complessivo sull’anno pastorale 2018/2019 è più che positivo, mentre per quel che riguarda il prossimo anno, l’attenzione si è concentrata su tre questioni principali: Laboratori della Fede, Esercizi spirituali e Triduo dei Morti, formazione Stazza. Per quanto riguarda i Laboratori della fede, le indicazioni di massima che sono emersi sono state di valutare la possibilità di variare la proposta sia nel tempo (non più concentrati solo in Quaresima, ma distribuiti lungo tutto l’anno) sia rispetto alla tipologia di gruppi di adulti che li frequentano, magari coinvolgendo nuovi destinatari (es., famiglie che partecipano alla vacanza a Gressoney, individuando però le modalità più opportune e più adatte a loro). In ordine agli Esercizi spirituali e al Triduo dei Morti con le Quarantore, dopo prolungato dibattito si decide sia pastoralmente opportuno tornare a separare le due proposte: pertanto, gli Esercizi saranno una proposta di animazione, preghiera e testimonianza all’inizio di Avvento mentre il Triduo rimarrà come momento di introduzione alla Quaresima. Don Mauro conferma poi che è stato deciso di riproporre il percorso formativo Stazza all’inizio dell’anno pastorale. Da una verifica è emerso che la proposta è di qualità e che chi partecipa è costante nella presenza ed è soddisfatto, anche se la partecipazione è prevalentemente di una fascia d’età medio alta; sono pochi i giovani. L’intento rimane quello di offrire una formazione in prima battuta per gli operatori pastorali, per avere un linguaggio comune su alcuni temi rilevanti per la Chiesa oggi, ma che rimane aperta a tutti. Viene quindi sottolineato che il tema proposto dal Vescovo è “Una voce che invia”, anche se non si conoscono ancora i dettagli specifici: comunque nel programma si terrà conto anche di questa tematica, con una particolare attenzione alla missionarietà, grazie anche alla presenza di don Giandomenico che viene da un’esperienza missionaria di 16 anni. Un’ultima questione affrontata è stata quella relativa alla concentrazione nel mese di maggio della celebrazione dei sacramenti: in estrema sintesi è emersa l’opportunità di mantenere impostazione anche per il prossimo anno, conservando nel contempo una certa flessibilità nelle proposte e nella gestione delle tempistiche sulla scorta del buonsenso. In conclusione don Mauro comunica che in autunno verranno riproposti gli esercizi spirituali itineranti e che a settembre ci sarà un incontro di verifica e programmazione del Consiglio Pastorale.

© 2019 Parrocchia S.Giovanni Battista - P.IVA 01388190165