Domenica delle Palme

Con il giorno dellaDomenica delle Palme ha inizio la Settimana Santa. Nel calendario liturgico è dettaanche domenicaDe Passione Domini(della passione del Signore).

È una festività osservata anche dagliOrtodossi e dai Protestanti. In questo giorno la Chiesa ricorda il trionfaleingresso di Gesù aGerusalemme in sella ad un asino, osannato dalla folla che lo salutava agitando rami di palma. La folla,radunata dalle voci dell’arrivo di Gesù, stese a terra i mantelli, mentre altri tagliavano rami dagli alberi intorno, e agitandoli festosamente gli rendevano onore. In ricordo di questo, la liturgia della Domenica delle palme, si svolge iniziando da un luogo al di fuori della chiesa dove si radunano i fede-li e il sacerdote benedice irami di ulivo o di palma che sono portati dai fedeli, quindi si dà inizio allaprocessione fin dentro la chiesa. Qui giunti continua la celebrazione della messa con la lunga letturadella Passione di Gesù. Il racconto della Passione viene letto da tre persone che rivestono la parte di Cristo (letta dal sacerdote), dello storico e del popolo. La tradizione vuole che i fedeli portino a casairametti di ulivo e di palma benedetti, per conservarli quali simbolo di pace, scambiandone parte conparenti e persone amiche.

Giovedì della Settimana Santa

In questo giorno, che è l’ultimo della Quaresima, la Chiesa celebra il Giovedì della Cena del Signoree ricorda sia l’istituzione dell’Eucarestiae del sacerdozio, sia la consegna ai discepoli del “comandamentodell’amore”. Esso è caratterizzato dalla messa del Crisma e dalla messa nella Cena del Signore.Lamessa del crisma è la celebrazione eucaristica presieduta dal vescovo nella cattedrale della diocesi evuole significare l’unità della Chiesa locale raccolta intorno al proprio vescovo. LaMessa nella Cena delSignore si celebra invece in tutte le parrocchie ricordando l’Ultima Cena di Gesù, e includendo anche il ritodella lavanda dei piedi, nel corso del quale il sacerdote in persona lava i piedi a un gruppo di fedeli.

Venerdì Santo

In questo giorno i cristiani commemorano lapassione e lacrocifissione di GesùCristo. I fedeli dai 16 anni di età sono invitati all’astinenza dalla carne (eccetto uovae latticini) e quelli dai 18 ai 70 anni aldigiuno ecclesiastico, cioè a consumare unsolo pasto durante la giornata. La liturgia, che si celebra nel silenzio ed è privadell’Eucarestia, è incentrata sulla narrazione delleultime ore della vita terrena diGesù secondo il Vangelo di Giovanni e sul rito dell’adorazione della croce. È ancheil giorno in cui si celebra nelle ore serali la Via Crucis o la processione con il simulacro che ritrae il Cristo morto.

Sabato santo

Il Sabato santo è il giorno in cui il culto cristiano celebra la“discesa agli inferi”diGesù. È di silenzio, privo di celebrazioni: in esso la Chiesa è invitata a sostare inpreghiera presso la tomba del Signore in attesa della Risurrezione.

Domenica di Pasqua

La Pasqua è la principale festività del cristianesimo, nella quale si celebra, secondotutte le confessioni cristiane, larisurrezione di Gesù, che secondo i Vangeli avven-ne nel terzo giorno dalla sua morte in croce. Il rito principale è quello dellaVegliaPasquale, che si svolge nella notte tra il sabato e la domenica ed è considerata lacelebrazione più importante dell’anno liturgico. Si articola in 4 parti, a cominciaredalla “Liturgia del lucernario”, che inizia al buio, fuori dalla chiesa, prevede l’ac-censione del cero pasquale e gradualmente l’illuminazione di tutto l’ambiente.Segue una riccaLiturgia della Parola, con diverse letture, alternate a salmi, una epi-stola e il vangelo col racconto della resurrezione di Gesù. Durante la VegliaPasquale si usa anche celebrarebattesimi o benedire l’acqua che verrà utilizzataper tale scopo.Il tempo della Pasqua accompagna i cristiani per cinquanta giorni fino alla festa della Pentecoste: in esso la Chiesa continua a celebrare con gioia la vittoria di Cristo sul peccato e sulla morte.

APPUNTAMENTI DELLA SETTIMANA

LUNEDI’ SANTO:
Ore 21,00 Proiezione gratuita in sala Eden del film “Papa Francesco, un uomo di parola”

MARTEDI’ SANTO:
Ore 7,15 preghiera del mattino e colazione in oratorio per 1a, 2a e 3a media
Ore 15,00 e ore 16,30 Confessioni ragazzi in Chiesa Parrocchiale – Sospesa S, Messa delle 16,30
Ore 18,00 Confessioni adolescenti e 3a media in Oratorio
Ore 21,00 Confessioni giovani e adulti in Chiesa parrocchiale

MERCOLEDI’ SANTO:
Dalle ore 16,00 alle ore 18,00 Confessioni individuali in Chiesa parrocchiale
Ore 20,30 S. Messa nella cappella dell’Oratorio

GIOVEDI’ SANTO:
Ore 7,30 Ufficio delle letture e Lodi; in mattinata i sacerdoti partecipano alla S. Messa crismale in Cattedrale
Ore 16,30 S. Messa “nella Cena del Signore” in Chiesa parrocchiale
Ore 21,00 S. Messa “nella Cena del Signore” in Chiesa parrocchiale, reposizione dell’Eucarestia; a seguire adorazione eucaristica fino a mezzanotte in auditorium.

VENERDI’ SANTO: Giorno di astinenza e digiuno – giornata a sostegno dei cristiani di Terra santa e dei luoghi Santi
Ore 7,30 Ufficio delle letture e Lodi in auditorium
Confessioni individuali dalle ore 8,30 alle ore 11,00 e dalle ore 15,00 alle ore 16,00 in Chiesa parrocchiale
Ore 11,00 adorazione eucaristica per i ragazzi in auditorium
Ore 15,00 Via Crucis in Santuario
Ore 16,30 Azione liturgica “nella Morte del Signore” in Chiesa parrocchiale
Ore 21,00 Meditazione sulla Passione e Morte di Gesù e processione per via Dante, IV novembre, Zanchi, Santuario, Piazza Libertà.

SABATO SANTO:
Ore 7,30 Ufficio delle letture e Lodi in Chiesa parrocchiale
Confessioni individuali dalle ore 8,30 alle ore 11,00 e dalle ore 15,00 alle ore 18,30 in Chiesa parrocchiale
Ore 11,00 Adorazione della Croce per i ragazzi e consegna delle uova pasquali in Chiesa parrocchiale
Ore 21,00 Solenne Veglia Pasquale in Chiesa parrocchiale

DOMENICA 21 Aprile 2019: PASQUA DI RISURREZIONE
SS. Messe in Chiesa parrocchiale alle ore 7,30 – 8,30 – 9,45, 11,00 e 18,30
SS. Messe in Santuario alle ore 09,00, 11,00 e 17,30 – ore 16,00 Adorazione

© 2019 Parrocchia S.Giovanni Battista - P.IVA 01388190165